CLASSICA


Musica in Scena
Rassegna di Musica Classica

 

«Senza entusiasmo nulla riesce bene nell’arte»

R.Schumann, Regole di Vita Musicale

 

 

Anteprima Stagione

14/12 ore 21:15

AULA DEL CONSIGLIO

CONCERTO DI NATALE

Orchestra Giovanile di Arezzo
Giulia Pasquini
Violino solista
Roberto Pasquini
Direttore
Musiche di

  1. Schubert               Sinfonia “Incompiuta” in si minore D 759
    P. I. Tchaikovsky     Concerto per violino e orchestra in e maggiore op. 35
    A. Dvořák                 Due danze slave op. 46

Centinaia sono ormai i ragazzi che nella provincia di Arezzo dai 6 ai 30 anni suonano uno strumento musicale, cantano e studiano con grande passione la musica. Cosa mancava loro? Un palco su cui esibirsi, una ragione per cui studiare, uno stimolo nell’incontro con il pubblico, nel confronto con un progetto ambizioso ma concreto che li ritrovasse uniti insieme per costruire qualcosa di duraturo. Da stimolo al progetto è stato l’esempio delle Orchestre Giovanili del Venezuela realizzato da Antonio Abreu e sostenuto da Claudio Abbado, oltre ad analoghe esperienze italiane ed europee. Un progetto inclusivo, quindi, ma anche un serio percorso didattico e artistico che ha maturato un’ esperienza di grande valore culturale e musicale. I cittadini italiani del domani saranno cittadini molto migliori se, indipendentemente dallo sbocco professionale dello studio musicale, sapranno imparare la disciplina dello studio sistematico di uno strumento musicale, il rispetto delle regole artistiche, di ascolto, di impegno costante e di relazione interpersonale che si creano all’interno di un organismo sociale complesso come un’ orchestra da camera o sinfonica. Il progetto OGA (Orchestra Giovanile Arezzo) è nato all’inizio 2011 in occasione del concerto di inaugurazione della restaurata Chiesa annessa alla Casa Pia di Arezzo (5 Gennaio 2011) e da allora, sotto la guida del M° Roberto Pasquini, costituisce una solida realtà della produzione musicale e culturale del territorio.

 


 

09/03

ore 20:00

Apericena a cura del #QuasiQuasi_social cafè_

ore 21:15

LA GRANDE MUSICA ROMANTICA E DA SALOTTO DELL’OTTOCENTO

Roberto Pasquini  Flauto
Lorenzo Iosco  Clarinetto
Bruno Canino  Pianoforte

Musiche di Schubert, Chopin, Schumann, Saint-Saëns e Doppler

Un trio di solisti eccezionali ci guiderà alla scoperta dei grandi lavori dei maestri dell’ Ottocento, periodo in cui proprio il pianoforte diventa lo strumento “romantico” per eccellenza e non solo perché le sue caratteristiche tecniche corrispondono alle esigenze espressive del musicista romantico, ma anche perché esso diviene elemento costante nell’arredamento delle case borghesi e protagonista, così, di quella pratica musicale “amatoriale” che prende il nome di “musica da salotto”. E’ infatti proprio nei salotti borghesi del primo Ottocento che prende forma la vasta letteratura di musica da camera del periodo romantico.

 


 

11/03 ore 21:15

CONCERTO DEGLI INSEGNANTI

Scuola di Musica P. Bracciolini

Anche quest’anno, gli insegnanti della Scuola di Musica Poggio Bracciolini, torneranno ad esibirsi sul palco delle Fornaci, in un vero e proprio ensemble , coinvolgendo i loro alunni e le rispettive famiglie.

La Scuola Comunale di Musica, gestita dalla Società filarmonica G. Verdi di Terranuova Bracciolini, conta in media più di cento allievi effettivi ogni anno: per questo, risulta sempre più fondamentale una loro attiva partecipazione alle attività culturali proposte da Le Fornaci.
Gli insegnanti della scuola di musica, tutti professionisti del settore, sono un modello da seguire per i loro allievi e questo concerto sarà un’occasione per coinvolgerli, stimolarli ed ispirarli.

 


 

17/03 ore 21:15

FABIO ARMILIATO – RECITAL CANTANGO

Fabio Armiliato Tenore
Fabrizio Mocata Pianoforte

La Tango Canción: un’opera lirica condensata in tre minuti!

Il progetto RecitaL CanTANGO è un concerto/spettacolo che intende proporre il repertorio classico delle Tango Canciones in modo innovativo, e nasce con l’idea di coniugare l’Opera Lirica e il Tango. Denominatore comune è la formula del “recitar cantando”. Il Tango, in questo spettacolo, si unisce all’opera lirica soprattutto nel nome di due grandissimi interpreti: Carlos Gardel Tito Schipa, entrambi cultori della tradizione del Belcanto italiano e autori di Tango. Quasi a sottolineare il legame tra i due generi, la Tango Canción viene spesso definita come “un’opera lirica condensata in tre minuti”. RecitaL CanTANGO – Omaggio a Schipa e Gardel  accompagna il pubblico in un’ideale cavalcata nel tempo sull’onda degli arrangiamenti delle più belle Tango Canciones realizzati dal M° Fabrizio Mocata e cantati e raccontati dalla voce di Fabio Armiliato. Lo spettacolo si avvale delle coreografie originali create dai famosi ballerini di Tango-Teatro Los Guardiola. Luci e proiezioni arricchiscono la scena, creando un’atmosfera unica e suggestiva e guidando il pubblico nel mondo tipico dell’Arrabal, del Barrio e della Milonga.

 


 

24/03 ore 21:15

STORIA DI BABAR, IL PICCOLO ELEFANTE
di Francis Poulenc (Testo di Jean de Brunhoff)

Orchestra Giovanile di Arezzo
Roberto Pasquini
Direttore
Samuele Boncompagni
Voce recitante

Babar è un piccolo elefante che resta orfano di mamma per colpa di un perfido cacciatore. Scappando spaventato, finisce in una città dove scopre la civiltà degli uomini e stringe amicizia con una vecchia e ricca signora. Ma la nostalgia per il suo mondo è forte e il piccolo Babar torna quindi nella foresta, portando però con sé l’esperienza della città, fondandone una per gli elefanti e diventandone il Re, con tanto di Regina…

 


 

31/03 ore 21:15

PINOCCHIO, STORIA DI UN BURATTINO
Testo di Enrico Tiso

Orchestra Filarmonica G. Verdi

Le Avventure di Pinocchio. Storia di un Burattino è un romanzo di Carlo Collodi (pseudonimo dello scrittore fiorentino Carlo Lorenzini) scritto a Firenze nel 1881, dal quale è stata tratta questa riduzione in forma di fiaba musicale. Il libro è un classico della letteratura per ragazzi, che è entrato a pieno titolo fra le grandi opere della letteratura italiana e che la filarmonica G. Verdi ha pensato di riproporre in una nuova veste musicale.

Le origini della filarmonica terranuovese risalgono ai primi decenni dell’800, quando il violinista Antonio Dini ed un musicista dilettante che si chiamava Grandi ebbero l’idea di costituire una società filarmonica per «istruire i giovani nell’arte delle Muse» , intravedendo nella musica un «mezzo civilizzatore in grado di sviare le risse e conciliare i subbugli».

Dalla sua fondazione, la Verdi partecipa alla vita della comunità, è presente in tutte le principali festività civili e religiose, si prodiga nella divulgazione della cultura musicale, organizzando corsi e promuovendo incontri e scambi culturali, intesi come occasione di arricchimento musicale ed umano. Attualmente il complesso conta 35 membri, con una forte componente di ragazzi e giovani. L’associazione è attualmente presieduta da Massimiliano Rossinelli ed il corpo musicale è diretto dal Maestro David Macinai.

 


ingresso
10€ intero
7€ ridotto

info e prenotazioni
auditoriumfornaci@gmail.com
+39 331 33 19 919