NEWSLETTER

ORFANI DEL SONNO

di Chiara Rigione


contenuto visibile fino al 10.12.2020

Le centraliniste, collegando gli spinotti, veicolano verso orecchie sconosciute i versi che Alfonso Guida scrisse nel 2012, nel poema Irpinia dedicato alle sue personali memorie sull’evento catastrofico vissuto da bambino in Basilicata. E dal passato, come attraverso messaggi vocali di Whatsapp, giungono a noi quei racconti con le voci di un uomo, di un adolescente e di una bambina, fino ai ruderi che ancora popolano alcuni paesini.


Chiara Rigione
Dal 2013 si occupa di cinema e produzione video, principalmente come montatrice, dopo la Laurea in Ingegneria Energetica. È presidente di Kinetta, un cine-club di Benevento che si occupa della promozione e diffusione della cultura cinematografica indipendente. Ha preso parte come assistente alla regia e montatrice alla realizzazione di cortometraggi e documentari selezionati in festival internazionali come il Napoli Film Festival, il Laceno D’Oro, Il Bogotà International Film Festival e il Laterale Film Festival. Dal 2014 organizza un laboratorio cinematografico per bambin*, Labus in Fabula, e insegna cinema e arti visive in progetti extra-scolastici nelle scuole pubbliche primarie e secondarie. Nel 2018 il suo progetto di documentario con utilizzo di materiale d’archivio intitolato Domani chissà, forse è stato selezionato tra i dieci finalisti del Premio Zavattini Unarchive 2018/19 primosso da AAMOD e Istituto Luce Cinecittà. Nel 2019 lo stesso progetto è risultato tra i tre vincitori del premio e quindi prodotto e realizzato.


Alfonso Guida
È nato nel 1973, vive a San Mauro Forte, ed è uno dei più importanti poeti italiani contemporanei. In questo contributo, ci legge un estratto e ci presenta Irpinia (2012).
Premi: Dario Bellezza per l’opera prima con la raccolta Il sogno, la follia, l’altra morte (1998); Montale con la plaquette Le spoglie divise [15 stanze per Rocco Scotellaro] (2002).
Pubblicazioni: per i tipi di Poiesis Il dono dell’occhio (2011) e Irpinia (2012); Ad ogni passo del sempre (Aragno, 2013); L’acqua al cervello è una foglia (LietoColle, 2014); Poesie per Tiziana (Il Ponte del Sale, 2015). Varie le plaquette: Via CrucisNote di terapiaNous ne sommes pas les derniers. L’ultima sua raccolta è Luogo del sigillo (Fallone Editore). Per la rivista Avamposto cura la rubrica Golpe.


TORNA A H come HABITAT